logo
Ogni giorno al fianco di 1.800.000 Donne

Frasi sulle gabbie

Ci sono 29 contenuti per questo argomento
Lasciatemi sola con la mia morte.Deve dirmi parole in re minoreche non conoscono i vostri dizionari.Parole d'amore ignote anche a Petrarca,dove l'amore è un oro sopraffinoinadatto a bracciali per polsi umani.Io e la mia morte parliamo da vecchie amicheperché dalla nascita l'ho avuta vicina.Siamo state compagne di giochi e di letturee abbiamo abbracciato gli stessi uomini.Come un'aquila ebbra dall'alto dei cieli,solo lei mi svelava le misure umane.Ora mi insegnerà altre misureche stretta nella gabbia dei sei sensiinvano interrogavo sbattendo la testa alle sbarre.È triste lasciare mia figlia e il ibro da finire,ma lei mi consola e ridendo mi giurache quanto è salvare si salverà.Preferirei di no, dirò con Melvilleal primo messaggero della morte.Vedo foreste in fiore, rose in boccio,vedo ogni compimento.Quando sarà? Paziente il messaggerovorrà date precise. Gli diròlasciami camminare fino a quandogiungerò all'orizzonte.[Testamento, da La luna è già alta - Mondadori 2006]
#Frasi sull'orizzonte#Frasi sulla morte#Frasi sulle aquile#Frasi sulle foreste#Frasi sulle gabbie
"Vi dico che non lo sopporto! Farò un gesto disperato se questa vita non cambia presto. Non fa che peggiorare, e spesso sento che sarei disposta a vendere l'anima al Demonio in cambio di un anno di libertà!"Era stata una giovane voce impetuosa a parlar e un intenso desiderio infondeva forza a quelle parole appassionate, mentre la ragazza si guardava intorno angosciata in quella stanza tetra, come una creatura in gabbia sul punto di liberarsi. Le pareti erano coperte di libri, libri s'ammucchiavano sui tavoli e tutt'intorno al suo unico compagno, un vecchio incartapecorito e inquietante. Questi sedeva su una sedia a rotelle dalla quale gli arti paralizzati non gli permettevano d'alzarsi senza aiuto.
#Frasi sulle gabbie
Sei anni fa, in campagna, guardando il sole che tramontava dietro nuvole che sembravano tratti di penna – un po' spento, un po' strabico, come ingabbiato – qualcuno disse: "Occhio di capra: domani piove". Non lo sentivo dire da molti anni. Annotai l'espressione su un foglietto; e così ogni volta – da allora – che ne sentivo o ne ritrovavo nella memoria altre di uguale originalità e lontananza. Foglietto su foglietto, le "voci" hanno fatto libro: esile quanto è (e quanto si vuole), ma per me "importante". Da un certo punto di vista lo si può considerare, come ora di dice in accademia, un lavoro "scientifico": per me lo è, ma di quella "scienza certa" che è l'amore al luogo in cui si è nati, alle persone, alle cose, alle parole di cui la nostra vita, nell'infanzia e nell'adolescenza si è intrisa.
#Frasi sull'adolescenza#Frasi sull'originalità#Frasi sulla campagna#Frasi sulla lontananza#Frasi sulle gabbie#Frasi sulle nuvole