logo
Ogni giorno al fianco di 1.800.000 Donne

Ezra Pound

Andate, mie canzoni, dai solitari e dagli insoddisfatti,Andate anche da chi ha i nervi a pezzi, dagli schiavi delle convenzioni,Portate loro il mio disprezzo per i loro oppressori.Andate come un’onda d’acqua fresca,portate il mio disprezzo per gli oppressori.Parlate contro l’oppressione inconscia,Parlate contro la tirannia di chi è privo di fantasia,Parlate contro i vincoli.Andate dalla borghesia che sta morendo della propria noia,Andate dalle donne dei sobborghi.Andate da quelle orrendamente maritate,Andate da coloro il cui fallimento è celato,Andate dai malaccompagnati,Andate dalla moglie comprata,Andate dalla donna ereditata.Andate da coloro che hanno una concupiscenza delicata,Andate da coloro i cui desideri delicati vengono frustrati,Andate come peste sull’ottusità del mondo;Andate contro di essa con il vostro taglio,Rafforzate le corde sottili,Recate fiducia alle alghe e ai tentacoli dell’anima.Andate in maniera amichevole,Andate con parlar aperto,Siate tesi a scoprire nuovi mali, nuovi beni,Siate contro ogni forma di oppressione.Andate da coloro che sono ispessiti dalla mezza età,Da coloro che hanno perso ogni tipo d’interesse.Andate dagli adolescenti soffocati dalle famiglie-Oh quanto è odiosoVedere tre generazioni della stessa famiglia riunite!E’ come un vecchio albero con dei germogli,E con alcuni rami marci e cadenti.Andate e sfidate l’opinione pubblica,Andate contro questa schiavitù vegetale del sangue.Siate contro ogni forma di manomorta.
Di Ezra Pound
Nessuno mai osò scrivere questo, ma io so come le anime dei grandi talvolta dimorano in noi, e in esse fusi non siamo che il riflesso di queste anime. Così son Dante per un po' e sono un certo Francois Villon, ladro poeta o sono chi per santità nominare farebbe blasfemo il mio nome; un attimo e la fiamma muore. Come nel centro nostro ardesse una sfera trasparente oro fuso, il nostro "Io" e in questa qualche forma s'infonde: Cristo o Giovanni o il Fiorentino; e poi che ogni forma imposta radia il chiaro della sfera, noi cessiamo dall'essere allora e i maestri delle nostre anime perdurano.
#Frasi sulla santità#Frasi sulla trasparenza
Di Ezra Pound
Quello che veramente ami rimane,il resto è scorieQuello che veramente ami non ti sarà strappatoQuello che veramente ami è la tua vera ereditàIl mondo a chi appartiene, a me, a loroo a nessuno?Prima venne il visibile, quindi il palpabileElisio, sebbene fosse nelle dimore d’inferno,Quello che veramente ami e’ la tua vera eredita’La formica e’ un centauro nel suo mondo di draghi.Strappa da te la vanità, non fu l’uomoA creare il coraggio, o l’ordine, o la grazia,Strappa da te la vanità, ti dico strappalaImpara dal mondo verde quale sia il tuo luogoNella misura dell’invenzione, o nella vera abilità dell’artefice,Strappa da te la vanità,Paquin strappala!Il casco verde ha vinto la tua eleganza.“Dominati, e gli altri ti sopporteranno”Strappa da te la vanitàSei un cane bastonato sotto la grandine,Una pica rigonfia in uno spasimo di sole,Metà nero metà biancoNé distingui un’ala da una codaStrappa da te la vanitàCome son meschini i tuoi rancoriNutriti di falsità.Strappa da te la vanità,Avido di distruggere, avaro di carità,Strappa da te la vanità,Ti dico strappala.Ma avere fatto in luogo di non avere fattoquesta non è vanità. Avere, con discrezione, bussatoPerché un Blunt aprisseAver raccolto dal vento una tradizione vivao da un bell’occhio antico la fiamma inviolataQuesta non è vanità.Qui l’errore è in ciò che non si è fatto, nella diffidenza che fece esitare.
#Frasi sul blu#Frasi sull'avarizia#Frasi sulle formiche
Di Ezra Pound