logo
Ogni giorno al fianco di 1.800.000 Donne

Dante Alighieri

Tanto gentile e tanto onesta parela donna mia quand'ella altrui saluta,ch'ogne lingua deven tremando muta,e li occhi no l'ardiscon di guardare.Ella si va, sententosi laudare,benignamente d'umiltà vestuta;e par che sia una cosa venutada cielo in terra a miracol mostrare.Mostrasi sì piacente a chi la mira,che dà per li occhi una dolcezza al core,che ‘ntender no la può chi no la prova:e par che de la sua labbia si movaun spirito soave pien d'amore,che va dicendo a l'anima: Sospira.
Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura ché la diritta via era smarrita. Ahi quanto a dir qual era è cosa dura esta selva selvaggia e aspra e forte che nel pensier rinova la paura! Tant'è amara che poco è più morte; ma per trattar del ben ch'i' vi trovai, dirò de l'altre cose ch'i' v'ho scorte. Io non so ben ridir com'i' v'intrai, tant'era pien di sonno a quel punto che la verace via abbandonai. Ma poi ch'i' fui al piè d'un colle giunto, là dove terminava quella valle che m'avea di paura il cor compunto, guardai in alto, e vidi le sue spalle vestite già de' raggi del pianeta che mena dritto altrui per ogne calle.
#Frasi sul sonno#Frasi sull'inferno#Frasi sulle spalle
Di Dante Alighieri