logo
Ogni giorno al fianco di 1.800.000 Donne

Cino Tortorella

[Sull'incontro con Papa Paolo VI] Siamo tutti seduti in prima fila, entra il Pontefice e si siede. Serio, con sguardo severo. Mi volto dal bambino che aveva appena vinto lo Zecchino d'Oro, uno furbo e sfrontato, non ricordo il nome. "Non saluti il Papa? Su, alzati e vai salutarlo. Cosa aspetti?". Il bimbo prende tutti alla sprovvista, fa tre passi di corsa e atterra sui piedi del Pontefice con un saltello. Lo guarda dal basso: "Ciao Papa!". E se ne torna al posto, tra le risate di tutti.
#Frasi sul torto#Frasi sulla severità
Di Cino Tortorella
Sono in causa da tre anni con Alessandro Caspoli, che dirige l'Antoniano, uno che neppure sotto tortura definirei frate, fratello e tantomeno padre: del frate ha soltanto l'abito. Quando è arrivato ha cancellato il passato considerandolo vecchiume, ha buttato via chi aveva costruito la manifestazione facendola diventare patrimonio dell'Unesco. Ha allontanato me, Topo Gigio e perfino padre Berardo, snaturando il programma. Aspetto la sentenza, voglio che i giudici rispondano a una domanda semplice: “Chi ha inventato lo Zecchino”?
#Frasi sul torto#Frasi sulla tortura
Di Cino Tortorella