logo
Ogni giorno al fianco di 1.800.000 Donne

Bruno Pizzul

Ci avviciniamo al quarto d'ora della ripresa e l'Inter è sempre in vantaggio per un gol a zero sulla Lazio. Con Ronaldo a battere questo calcio di punizione... molto lungo per Zamorano che gira bene al centro... attenzione il destro violentissimo... e lo spettacolare gol di Zanetti... gol stupendo di Zanetti, assolutamente nulla da fare per il portiere Marchegiani... Vedete l'esultanza della panchina... Quattordicesimo del secondo tempo, gol da antologia... Vedete il colpo di testa a rimettere verso il centro di Zamorano, il destro fiondato all'incrocio dei pali da parte di Zanetti, assolutamente imprendibile... 2 a 0 per l'Inter nei confronti della Lazio.[Inter-Lazio, 6 maggio 1998, telecronaca del 2-0]
#Frasi sulle punizioni
Di Bruno Pizzul
Zanetti e Fuser... tocco centrale a favore di Zé Elias, abbiamo detto Zé Elias è sceso in campo un un po' a sorpresa al posto di Cauet, lancio poi profondo per Zamorano, attenzione Zamorano... è gol dell'Inter! Dopo quattro minuti passa in vantaggio... Zamorano, ben lanciato con grande opportunismo sul filo del fuorigioco... Zamorano sblocca la situazione a favore dell'Inter dopo appena quattro minuti di gioco... Ad esultare naturalmente il settore del Parco dei Principi nel quale si sono sistemati i tifosi dell'Inter... Avete visto il lungo lancio di Simeone, il tocco preciso di esterno di Zamorano... Rivediamo anche in primo piano... Moratti naturalmente molto soddisfatto... Partita che comunque promette molte molte emozioni.[Inter-Lazio, 6 maggio 1998, telecronaca dell'1-0]
Di Bruno Pizzul
Abbiamo ancora una tenue speranza, Roberto Baggio batterà il nostro ultimo tiro dal dischetto: se segnerà... ci sarà la speranza che i brasiliani sbaglino il loro tiro dagli undici metri. Roberto Baggio contro Pagliuca... contro, scusate, Taffarel. Ecco Roberto... alto! Il Campionato del mondo è finito, lo vince il Brasile, ai calci di rigore. E naturalmente è una conclusione che ci lascia con grande amarezza, gli azzurri non meritavano di perdere così, ai calci di rigore. Una partita nella quale hanno esibito uno straordinario coraggio, un grande temperamento. Hanno saputo far fronte a tutte le... avversità... hanno saputo controllare avversari più freschi. Partiti col favore del pronostico, il Brasile ci ha battuto, ma solo ai calci di rigore.[Brasile-Italia, 17 luglio 1994, telecronaca dell'ultimo rigore dell'Italia]
#Frasi sugli sbagli
Di Bruno Pizzul
Ed ecco il momento della consegna della Coppa dei Campioni al capitano di questa sera, Mauro Tassotti! E sale altissimo l'applauso dei sostenitori del Milan, ma bisogna dire che anche i tifosi del Barcellona applaudono. [...] E ora la Coppa passa in mano a tutti i protagonisti: ecco Maldini, contento, speriamo che ovviamente si rimetta presto, Sebastiano Rossi... Boban, ed eccolo Desailly! Vedete la grande gioia di Desailly, che praticamente riconquista la Coppa dei Campioni perché lo scorso anno l'aveva conquistata ai danni del Milan giocando con l'Olympique Marsiglia. Avete visto il gesto di grande soddisfazione di Boban. Ecco Nava, anche lui ha avuto scapoli di gloria giocando nella parte finale di questa partita di Atene. Ed eccolo il mattatore della serata: un primo tempo strepitoso, da parte di Dejan Savićević! Sono momenti, fotogrammi che naturalmente resteranno in cineteca per illustrare questa quinta Coppa dei Campioni conquistata dal Milan.
Di Bruno Pizzul