Una virtù (areté) che è cammino verso il centro invisibile e indicibi... - Roba da Donne

Frase di Umberto Galimberti

Una virtù (areté) che è cammino verso il centro invisibile e indicibile (árretos) da cui solamente è possibile il dispiegarsi di quelle armoniche circonferenze che sono il diritto, il rotondo, il bello e il giusto. Ma per questo ci vuole "altissima conoscenza (méghiston mathémata)", quella conoscenza matematica per cui Platone fa scrivere sulla porta della sua scuola "Non si entra qui se non si è geometri".

Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Approfondimenti su Umberto Galimberti